LA PULIZIA DELLA BICICLETTA

LA PULIZIA DELLA BICICLETTA

Una delle operazioni più utili al buon mantenimento della propria bicicletta, che sia da strada, da città o da fuoristrada, è quella della pulizia. Tenere pulita la propria bici non è solo una questione di stile è anche un modo per conservare nel tempo il proprio investimento.

Una bici pulita non ha depositi di polvere e sporco che accorciano in maniera drammatica la vita di tutte le componenti meccaniche, soprattutto quelle della trasmissione: catena, movimento centrale, pacco pignoni, ecc.
Un esempio per tutti: una catena sporca e poco oliata si logora circa dieci volte di più di una in perfetto stato.

Quando effettuare la pulizia della bicicletta e con che frequenza? Dipende da molte cose. La risposta più banale è che una bicicletta sporca richiede un intervento di pulizia. Se invece si tratta di semplice polvere accumulata durante l’utilizzo in condizioni normali, allora può passare anche qualche settimana prima di effettuare l’intervento.
Infine, una norma generale di buona educazione e di rispetto verso il proprio meccanico è che la bicicletta va pulita al meglio prima di essere consegnata per interventi di manutenzione.

Ci sono delle semplici regole per effettuare al meglio le operazioni di pulizia:

1) Per lavaggi frequenti non serve smontare le componenti del mezzo. La cosa va fatta solamente in occasione di un utilizzo in un ambiente ostile, con presenza di sabbia, fango e polvere particolarmente insidiose. In questo caso è necessario avere conoscenza di come smontare alcune componenti quali il movimento centrale, la ruota libera, ecc. In caso di dubbi o problemi è sempre meglio affidarsi a dei buoni meccanici che, una volta ogni tanto, effettueranno una manutenzione dedicata soprattutto alla pulizia e lubrificazione delle componenti più difficili da smontare.

2) La prima pulizia della bicicletta va fatta con il rubinetto ed un getto d’acqua non a pressione ed una spugna.
L’utilizzo di compressori o dei getti dell’autolavaggio determinano infatti una decadenza repentina della vita del mezzo, in quanto l’acqua a pressione, magari calda e mescolata a del detergente, penetra all’interno delle componenti meccaniche asportando il lubrificante ed innestando un processo di ossidazione e corrosione del metallo.

3) Una volta asportato lo sporco più superficiale, si passa alla fase successiva con l’utilizzo di un comune shampoo o detersivo per le parti esterne (telaio, sella, ecc.) e di prodotti detergenti specifici quali uno sgrassante biodegradabile applicato sempre con una spugna o un pennello a setole lunghe, per le parti meccaniche.
Attenzione a non applicare il prodotto sgrassante sulle pinze dei freni a disco: la cosa provocherebbe fastidiosi rumori in fase di frenata e, soprattutto, comprometterebbe l’efficienza del sistema frenante.
La pulizia accurata dell’impianto frenante idraulico, richiederebbe la rimozione e pulizia delle pastiglie dei freni a disco. La cosa è da farsi solo se si hanno le competenze necessarie, altrimenti è preferibile affidarsi al proprio meccanico di fiducia.
L’operazione di lavaggio andrebbe fatta in un luogo idoneo, in modo da poter raccogliere i prodotti di scarto, senza inquinare l’ambiente.

4) La penultima operazione da compiere è quella del risciacquo con abbondante acqua pulita. Anche qui, attenzione a fare in modo che i residui del lavaggio non vadano a finire in luoghi non appropriati.

5) Una volta terminato il lavaggio, l’ultima operazione da compiere è quella dell’asciugatura, meglio se fatta con l’utilizzo di un compressore che fa in modo di eliminare ogni residuo d’acqua.

6) Dopo il lavaggio è necessaria l’oliatura. Terminata la pulizia della bicicletta, è doveroso ripristinare un velo d’olio sulla catena e su tutte le parti in movimento (cambio, deragliatore, pedali, perni, ecc.). Non serve una grossa quantità d’olio, perché le parti troppo oliate accumulano più facilmente la polvere. In caso di eccesso di lubrificante è sufficiente rimuovere l’olio in più con un panno di carta assorbente.

Seguendo queste semplici regole si riporta la propria bicicletta in un buon stato. Essa sarà pronta per una nuova avventura o per essere portata ad effettuare ulteriori operazioni di manutenzione dal proprio meccanico di fiducia.

Lunedì 3 febbraio 2014